Intersito

Corporate Blog, comunicazione aziendale, blogging

godin

la home del blog di Seth Godin

Se lavorate nel campo del Marketing o in generale del Business, se siete alla ricerca di ispirazioni proficue per migliorare le vostre idee, approfondire il mondo del marketing e cercare uno stile innovatore per il vostro modo di fare blogging che non sia solo interessante per i pochi addetti ai lavori, ma che vi dia spazio tra un pubblico più ampio, ecco qui due esempi di bloggers da tenere sempre sott’occhio:  Erika Napoletano e Seth Godin.

Seth Godin è abbastanza conosciuto anche per chi si è avvicinato da poco a questo mondo: è uno dei promotori del concetto di permission marketing, è un consulente (qualcuno lo definisce “guru del marketing” ma è una definizione che non amo) e scrittore riconosciuto a livello internazionale, ed è un imprenditore di tutto rispetto, che vanta tra le sue creazioni Squidoo, una sito difficile da definire: una specie di wiki evoluto e semplice da usare, che permette di realizzare vere e proprie pagine, accattivanti, dette “lenses”, su un’unico argomento e creare dibattito con altri utenti…un sistema ottimo specialmente per il personal branding poco usato però in Italia.

Erika Napoletano è anche lei una consulente di marketing: è una strategist molto capace, scrittrice di successo, giornalista su importanti testate statunitensi dedicate al business, speaker di TED e personaggio esplosivo, sia per le sue capacità sia per la sua personalità, come vedremo più avanti.

I loro blog hanno dei punti in comune: tra Godin e la Napoletano e sopratutto, tra i loro blog, c’è un filo conduttore che è l’ironia. Entrambi sono lontani da quel mondo del business ingessato e serioso, e sono anche lontani da quello stile hippie-profetico diffuso da Steve Jobs. Godin sembra uscito da Big Bang Theory: tipico aspetto da Nerd, mingherlino, occhialuto e calvo. Un volto che ispira simpatia e di cui si serve ampiamente, basti pensare che nella home del suo Blog, accolti da un gran primo piano di Seth, bisogna cliccare sulla sommita della pelata per accedere ai testi…! Il suo blog è un condensato di informazioni, i testi sono quasi sempre densi e concisi, velati di ironia e sarcasmo, sempre utili ed ispiratori, in uno stile grafico scarno e diretto: sfondo bianco, testi, ed una colonna a lato con l’onnipresente “testa calva” a fare capolino.

erika-napoletano-successful-women-talk

Erika Napoletano fa dell’ironia il suo punto forte, con un forza prorompente veramente unica. Se Seth Godin è velato di sarcasmo, Erika Napoletano è diretta ed anche volgare. Non ha paura di usare abbondantemente termini come fuck, dick, suck, shit, tanto che su Forbes (una rivista su cui se ci finisci sopra, conti qualcosa) è stata descritta come una “con la passione per le parole di 4 lettere”. Diretta quanto Godin al momento di parlare di cose serie ha un modo tutto suo di contornare il discorso e fare personal branding usando ogni peculiarità della sua personalità anziché adattarsi alle convenzioni. Con il suo aspetto da bad girl, capelli rossi, braccio tatuato sempre in mostra, sguardo sexy con quegli occhioni azzurri, la Napoletano non ha paura di mostrare una femminilità forte ed aggressiva in un mondo, quello del business, dominato ancora da maschietti e complicate etichette.

Come quando Facebook ha consigliato nella sua Pagina tra “persone che potrebbero interessarti“, una Pornostar, anche lei Rossa (Camille Crimson). Sarà stato che l’algoritmo che guida la funzione ha riconosciuto l’abuso di fuck, dick, shit… come contenuto per adulti, ma la Napoletano non si è persa d’animo. Dopo essersi considerata lusingata di essere accostata ad una fascinosa ragazza dell’hard, ha giocato con un post in cui imitava tutte le pose e le foto della Crimson. Con risultati divertenti ma che molti followers hanno trovato sexy! La non-convenzionalità della Napoletano è ovunque nel suo blog, nei post, nei banner per le newsletter o per prenotare una consulenza…consulenze che probabilmente non avvengono in ufficio, dato che la sezione del sito per prenotarle dice “Offri un caffé a Erika” e “sei sicuro che non valga la pena sederti di fronte a me per un caffellatte da 4.68“. La tariffa è di 379 $, abbastanza accessibile (circa 350 euro) per un ora di sessione e una settimana di email successive. Costi bassissimi comparati con la qualità del servizio. E non lo scrivo per farle pubblicità ma per come lo descrive con le sue parole: più cara di una prostituta ma 8 volte meglio per il tuo business.

Insomma, qualsiasi sia il vostro lavoro, il vostro profilo professionale e le vostre motivazioni, questi due blog vanno seguiti per una serie di ragioni. Bisogna ricordare però che sono blog di persone già riconosciute nel settore che usano lo spazio sul web per attrarre più follower anche tra i non addetti ai lavori, e per mantenere quella reputazione che alimenta il loro brand personale. Qualcosa che potreste fare anche voi, sia con un blog personale ma anche con un blog corporativo.

Ecco le principali ragioni per seguirli:

– Seth Godin vi terrà al corrente sulle nuove tendenze del marketing e del mondo del business in maniera chiara, concisa senza annoiarvi mai.

– Erika Napoletano tirerà fuori le sue idee sempre fuori dagli schemi e dalla convenzioni per ispirare in modi che non immaginerete.

– Entrambi, a seconda della vostra personalità, possono essere presi ad esempio per il loro stile di bloggin per creare il vostro personale linguaggio sul web.

Ah, dimenticavo: è necessario che leggiate in inglese…spero non sia un problema!

Vincenzo R.

Da anni freelance nel settore della comunicazione e del marketing sia online che offline, con diverse esperienze in diversi campi dagli eventi ai social media, dalle relazioni pubbliche al copywriting. Da piccolo voleva fare l'archeologo, da grande lo scrittore. Seguimi su

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterLinkedInPinterestGoogle Plus

Blogging