Intersito

Corporate Blog, comunicazione aziendale, blogging

wordpress-logoWordPress è probabilmente la piattaforma di blogging in circolazione in grado di unire potenzialità incredibili con una semplicità d’uso fuori dal comune.

Se nei post precedenti abbiamo visto in che modo stimolare se stessi per scrivere contenuti editoriali di valore, oggi ci soffermeremo sulle possibilità tecniche della barra di editing di WordPress e come ottimizzare le fasi di formattazione del testo per ottenere maggiori risultati dai nostri post.

Come usare Bold e stili di formattazione

Avevamo già detto in passato che l’uso dei paragrafi e degli stili di formattazione permetteva ai lettori di interpretare meglio il testo e facilitarne la lettura. Nella stampa l’uso del bold è riservato a termini poco conosciuti di cui si fornisce una definizione meno accademica. L’italic viene invece utilizzato per i termini stranieri, i titoli di libri o magazine.

Sul web fortunatamente abbiamo maggiore libertà. Solitamente il bold di utilizza quando si vuole dare maggiore importanza aun periodo o ad inizio paragrafo. L’obiettivo è quello di guidare l’occhio del lettore sui punti cardine del nostro articolo fornendo l’opportunità di assimilare i concetti chiave nel più breve tempo possibile. Solo nel caso in cui vorrà approfondire dovrà leggere anche il resto. L’italic invece viene spesso utilizzato per sottolineare il discorso diretto o i periodi in prima persona.

Bold e italic sono uno strumento importante per facilitare la comprensione dei testi. Ma ricordati che la virtù sta nel mezzo e gli eccessi alla lunga diventano pesanti e controproduttivi.

Come utilizzare i sottotitoli e gli heading tag

sottotitoli-wordpress

Strutturare un articolo in modo che presenti una gerarchia agevola la lettura e, anche dal punto di vista SEO, consente ai robots di determinare importanza e categorizzazione dei contenuti. Alla stregua dei bold, ma in maniera più accentuata, la separazione delle parti testuali in base ai sottotitoli permette di segmentare il testo in modo che il lettore approfondisca solo le parti a cui è maggiormente interessato.

Sul web non dobbiamo avere la presunzione che qualcuno legga tutto ciò che abbiamo scritto. Lo so, uno scrittore non lo ammetterebbe mai. Per un web editor deve essere un comandamento.

Usa i post numerati

Gli elenchi numerati funzionano. E’ qualcosa di provato. Non chiedetemi perché siano popolari ma lo sono. Quindi rinunciarvi è una sorta di suicidio editoriale per un blogger.

Probabilmente i post numerati nella mente di chi legge permettono di avere sotto controllo le nozioni che si andranno ad immagazzinare valutare di volta in volta i progressi fatti. Divide et impera.

Usa elenchi e indici puntati

Alla stregua delle numerazioni anche gli elenchi puntati sono un’ottima soluzione per visualizzare una serie di concetti chiave facili da assimilare. Se devi spiegare qualcosa che ritieni fondamentale ma, che per le dinamiche del web potrebbe risultare particolarmente lento, spezza i concetti in punti e visualizzali in un elenco in modo che l’occhio possa seguirli come se fossero una sequenza.

Riduci la dimensione dei paragrafi

In questo campo bisogna sempre lottare con la vanità dello scrittore. In molti storceranno il naso. Specialmente i puristi della scrittura convinti che sia il testo a creare il lettore e non viceversa. Senza un lettore web editor e blogger non hanno motivo di esistere.

Strutturare un articolo in paragrafi brevi e sintetici e che abbiano senso compiuto ti permetterà di raggiungere i tuoi obiettivi e aumentare il livello di engagement con il lettore.

Evidenzia, enfatizza con i blockquotes

La funzione blockquote in WordPress ha una resa grafica accattivante ed è molto semplice da utilizzare. Spesso quello che i tuoi lettori ricorderanno del tuo articolo è la citazione o una frase ad effetto che ne riassume l’essenza.   Prima di tutto perché l’occhio è naturalmente portato a focalizzarsi su quella porzione di testo. Se utilizzi una citazione o un aforisma di qualità non potrai far altro che cementificare il tuo articolo nella testa del lettore.

Inizia col botto, finisci col botto

Propriamente non ha nulla a che vedere con la formattazione del testo. Ma è un concetto che può determinare il successo del tuo post. Come conservare il livello di attenzione del lettore? Iniziando i tuoi articoli con una frase ad effetto e alimentare l’attenzione nei paragrafi successivi. Allo stesso tempo anche la chiusura dei post deve poter rimanere impressa in modo che il lettore porti con se le due idee e le diffonda, possibilmente, tra i suoi amici o i suoi contatti sui social network.

Non dimenticarti però di:

  • focalizzare l’argomento di cui vuoi parlare, esponilo chiaramente e comunica esattamente cosa vuoi che il lettore faccia quando avrà finito
  • fai una domanda in modo da favorire l’interazione e i commenti
  • fare in modo che vadano su un’altra pagina del tuo blog
  • concludano un acquisto

I tuoi contenuti web sono una passerella che i tuoi lettori devono percorrere per trasformarsi in acquirenti. Se non hai bene in mente questo obiettivo fermati ancora un attimo prima di scrivere e ricordati qual è il tuo obiettivo.

luca valente

Blogger, SEO copywriter e consulente web marketing. Mi occupo di posizionamento nei motori di ricerca e aiuto le aziende a migliorare la loro visibilità online.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterGoogle Plus

Wordpress