Intersito

Corporate Blog, comunicazione aziendale, blogging

Tutte le aziende che desiderano operare online e che vogliono vendere i propri servizi e prodotti attraverso un e-commerce o un sito web, devono effettuare anche un lavoro dal punto di vista SEO.

La SEO è un insieme di tecniche e strategie che lavorando in sinergia danno la possibilità a un’azienda, a un blog o giornale online, di avere maggiore visibilità sul web.

Queste tecniche e strategie mutano a seconda dei tempi e delle nuove tecnologie che si affacciano sul panorama dell’Internet Re-search, e soprattutto cambiano con il variare degli algoritmi dei motori di ricerca come Google.

Una delle ultime novità in materia, è proprio la Google Voice Search. Questo sistema permette agli utenti di fare delle ricerche sul motore di ricerca, chiedendo a voce cosa cercare e cosa si desidera trovare.

Già dall’avvento dei digital vocal assistent, sono molti i SEO che hanno cercando di prendere in considerazione anche le ricerche vocali che vengono effettuata su Siri o attraverso il Google assistant. Ma come cambia la SEO e come farsi trovare dagli assistenti vocali?

Come cambia la SEO, con Google Voice Search

Google ha lavorato molto per rendere sempre più efficiente e semplice l’impiego del suo servizio di ricerca vocale. Ma cosa cambia questo in termini SEO? Con la tendenza degli utenti a effettuare sempre più ricerche attraverso il sistema di Google Voice Search, si modifica obbligatoriamente il modo in cui si deve operare sul proprio sito.

Innanzi tutto, bisogna cambiare il modo di pensare la keyword. Infatti, mentre quando si scrive si tende a sintetizzare, quando si parla, tendiamo a fare domande più strutturare. Quindi la principale differenza tra l’ottimizzazione di un sito per la ricerca classica e per quella vocale è il passaggio da una keyword secca (ossia formata da una o due parole), a una keyword a coda lunga (ossia una frase ben strutturata).

La Google voice search semplifica la ricerca da parte dell’utente, in quanto attraverso una richiesta più articolata, il motore di ricerca, riesce a restituire risultati più in linea e in grado di rispondere realmente alle esigenze del potenziale cliente o lettore.

I vantaggi e gli svantaggi di Google Voice Search per le aziende

Sicuramente sia per le grandi aziende sia per i business locali, riuscirsi a posizionare nelle Serp di Google Live Search, può garantire un ritorno in termini di visibilità e traffico davvero notevoli. Quindi bisogna attuare una strategia SEO mirata alla ricerca vocale, per permettere all’azienda di essere trovata dai clienti.

Infatti, un altro lato positivo di Google Voice Search, che spesso gli utenti usano l’assistente vocale proprio per la ricerca di prodotti, negozi o aziende che possano soddisfare i loro bisogni.

Quindi, oltre a dover ottimizzare il sito dal punto di vista delle long keyword per la ricerca vocale, bisogna anche insistere sull’ottimizzazione geografica del sito. Infatti, una delle caratteristiche della ricerca vocale e la connessione veloce al GPS che permette di restituire all’utente risultati molto precisi anche in termini di localizzazione.

Uno degli svantaggi potrebbe essere dato per gli e-commerce che propongono molti prodotti spesso identificati da una parola chiave secca. Per sopperire a questo problema e rispondere alle domande dell’utente, si può improntare una strategia che preveda l’inserimento di long keyword nella descrizione del prodotto, e nelle immagini.

luca valente

Blogger, SEO copywriter e consulente web marketing. Mi occupo di posizionamento nei motori di ricerca e aiuto le aziende a migliorare la loro visibilità online.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterGoogle Plus

Corporate blog