Intersito

Corporate Blog, comunicazione aziendale, blogging

Secondo un’indagine Doxa-ICorporate, nei prossimi cinque anni la comunicazione aziendale sarà quasi interamente costruita attorno all’universo digital. La comunicazione digitale è ormai diventata essenziale per creare un’immagine dell’azienda che possa essere gestita nel tempo e attraverso differenti punti di vista. Oggigiorno, infatti, grazie ai cambiamenti nell’ambito della comunicazione, assistiamo al fenomeno della disintermediazione, che diventa molto importante per le aziende. Da questo fenomeno, esse possono ricavare la possibilità di comunicare direttamente, senza filtri, creando un’esperienza di racconto di alta qualità, ad esempio attraverso i corporate blog.  

Non solo i blog in realtà, anche i social media sono diventati ormai necessari per avere un contatto diretto coi consumatori, ma in primis anche per raggiungere gli stakeholders. I social network sono diventati un degno avversario dei più celebri motori di ricerca e vengono usati dalle persone per reperire ogni tipo d’informazione; perciò, è diventato ormai comune comunicare l’immagine aziendale sui social, e lo sarà sempre di più. Viene, quindi, condivisa con gli utenti non solo la dimensione sociale dell’azienda ma anche quella economica e finanziaria rivolta a canali più istituzionali. Nei dettagli, chi deve promuovere una comunicazione corporate tratterà principalmente contenuti riguardanti Management, Strategie industriali – HR, IR- Comunicazione, Finanziaria e CSR; chi deve fare comunicazione di prodotto invece punterà al brand e ai prodotti stessi.

L’IMPORTANZA DEI SOCIAL NETWORK NELLA COMUNICAZIONE CORPORATE

La tendenza del proliferare di profili aziendali sui social è confermata dai dati: il 100% dei manager e dirigenti intervistati utilizza i canali digitali per gestire la comunicazione corporate, il 66% degli intervistati ha attivato presidi sui social network. Altri numeri utili: 3,1 è il numero medio di strumenti digitali utilizzati e il 93% delle aziende intervistate pensa che la comunicazione corporate riesca in maniera efficace ad influenzare i comportamenti di acquisto dei propri clienti/consumatori.

Su quali social network sia necessario aprire presidi, è una questione di target di riferimento cui vogliamo rivolgere la nostra comunicazione. Il canale indirizzato al B2B può diversificare da quello rivolto al B2C, agli Stakeholder o ai giornalisti. Individuato poi il target di riferimento, è necessario sviluppare una strategia che deve partire da dei presupposti fondamentali:

  • I social network non sono fine, ma mezzo, e sono essi stessi parte di una strategia
  • Non è necessario che l’azienda sia presente su tutti i social esistenti
  • In alcuni casi potrebbe essere importante non esserci proprio

QUALI SONO I VANTAGGI DEL DIGITAL CORPORATE STORYTELLING?

L’ultima affermazione sembrerebbe smentire quanto detto fino ad adesso, ma non è così. I social network rimangono, a prescindere, degli strumenti indispensabili per la creazione di un dialogo, una risorsa fondamentale per la gestione della propria reputazione.

Innanzitutto ci permettono di organizzare i contenuti, di condividerli con maggiore frequenza e autonomia rispetto ai media offline, tradizionali, e non meno importante, con un budget inferiore. In secondo luogo, possiamo accedere al monitoraggio di tutto ciò che condividiamo, sia attraverso la modalità di feedback, diretta e non indiretta, sia grazie agli strumenti di analytics e insight. Infine, sono un mezzo da aggiungere ai media offline, in modo da creare ancora più share e engagement, rafforzando così l’immagine da promuovere, sia essa azienda o prodotto.

Corporate blog