Intersito

Corporate Blog, comunicazione aziendale, blogging

Questo è un anno davvero molto importante per il settore lavoro turismo religioso. A seguito infatti della decisione di Papa Francesco di indire un Giubileo straordinario molti pellegrini solcheranno alcuni dei luoghi religiosi più importanti del nostro stivale per non parlare poi dell’apertura di itinerari spirituali che sono ad oggi poco conosciuti.C’è ad esempio il Cammino di San Benedetto che congiunge Montecassino ad Alatri, un meraviglioso percorso immerso nelle bellezze naturalistiche della Ciociaria. La speranza è che questo cammino possa permettere al territorio della Ciociaria di mostrare tutta la sua ricchezza, la sua storia, le sue origini così ricche di spiritualità, tutti tesori questi che meritano di essere valorizzati al meglio. La speranza ovviamente è che si venga così a creare un indotto capace di far sviluppare l’economia del territorio. La Ciociaria insomma guarda all’esempio di Santiago che, pensate, genera un giro di affari pari niente meno che a duecento milioni di euro. Grazie alle sue bellezze e alla possibilità di raggiungere Roma attraverso questo percorso, il Cammino di San Benedetto vuole diventare il punto di partenza del Cammino verso Roma in previsione proprio del Giubileo, un cammino che non è solo spirituale, un cammino che permette di andare alla scoperta della provincia di Frosinone, dei panorami della zona, dell’artigianato e dei prodotti tipici, della cultura e anche ovviamente dell’ospitalità di queste terre.

La prima edizione del Cammino di San Benedetto ha già preso il via, quattro giorni dedicati non solo ai pellegrini, ma anche a tutti gli amanti della natura e dello sport. Questo cammino può essere intrapreso sia a piedi che in bicicletta. Da non dimenticare infine la possibilità di percorrerlo anche a cavallo. Il secondo appuntamento con i cammini religiosi sarà nel mese di agosto con la Via Francigena, via questa che tocca i luoghi che sono stati solcati da San Francesco e che permette di andare alla scoperta della Toscana, dell’Umbria e del Lazio. Il cammino passa attraverso città, boschi, eremi per un totale di ben 500 chilometri di percorso, un cammino che dovrebbe vedere quest’anno la presenza di ben 10.000 pellegrini. La Via di Francesco ha permesso nel corso degli anni di far fiorire nuovamente l’economia dei piccoli comuni umbri. Pensate che persino l’artigianato locale ha avuto modo di crescere nel corso degli anni. Pellegrini e turisti infatti si sentono attratti dalle realizzazioni che in questi paese è possibile acquistare e i giovani allora hanno deciso di riprendere in mano questi antichi mestieri

Ma sono solo persone molto religiose ad intraprendere questi cammini? In realtà no, a quanto pare infatti i cammini spirituali vengono oggi scelti anche da coloro che sono semplicemente alla ricerca di un po’ di pace e di tranquillità, coloro che hanno avuto un lutto o una tragedia e che hanno bisogno di rimettersi in connessione con la parte più profonda del loro essere, coloro infine che hanno bisogno di staccare la spina dalla loro vita quotidiana e ripulirsi da ogni pensiero cattivo.

Per chi avesse in mente di visitare Roma per il Giubileo segnaliamo la sezione immobiliare su Roma di Bakeca.it, un interessante sito di annunci con migliaia di opportunità di affitto appartamenti e monolocali, anche per brevi periodi.
Corporate blog